fbpx

Il ministro Stefania Giannini a VerdeMura per tre nuove camelie dedicate alla cultura, all’arte e ai giardini lucchesi.

C O M U N I C A T O  S T A M P A  N. 4

Il ministro Stefania Giannini a VerdeMura per tre nuove camelie dedicate alla cultura, all’arte e ai giardini lucchesi.

È confermata la presenza a VerdeMura questo sabato 2 aprile alle ore 12,00 del  ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca Stefania Giannini. La nona edizione della frequentatissima manifestazione di giardinaggio primaverile sulle mura di Lucca vedrà il battesimo di nuove camelie ottenute da Andrea Antongiovanni del Vivaio Rhododendron di San Ginese di Compito (LU) tramite ibridazione e selezione da seme. Le varietà sono tutte dedicate al prestigio dei giardini storici della Lucchesia (‘Villa Reale di Marlia’) e a due donne, Stefania Giannini e Pia Pera che, in diverso modo, onorano la tradizione di arte e cultura di Lucca.

Il ministro Giannini ha accolto con piacere il dono e, nonostante i numeros impegni istituzionali, sarà presente alla cerimonia per affetto nei confronti della sua città natale e in considerazione del fatto che la varietà di camelia che porterà il suo nome sarà messaggera di Lucca e della cultura lucchese nel mondo. La direttrice del mensile Gardenia e Bell’Italia Emanuela Rosa Clot e la signora Paulina Ulanek saranno presenti in rappresentanza rispettivamente di Pia Pera, impossibilitata ad esserci per motivi di salute, e dei nuovi proprietari della Villa Reale di Marlia, trattenuti all’estero per affari.

La cerimonia del battesimo delle nuove camelie verrà preceduta e seguita da brevi momenti musicali offerti dall’Istituto Superiore di Studi Musicali “L. Boccherini” e dal suo direttore Fabrizio Papi. Sarà un trio composto da Allegra Camici Roncioni e Alberto Grisafi all’oboe e Nicola Bimbi al corno inglese a suggellare il suggestivo rapporto di fiori e musica in nome della Bellezza.

In omaggio alla nuova camelia dedicata alla Villa Reale di Marlia, per tutto il fine settimana i visitatori di VerdeMura potranno usufruire di uno sconto sul biglietto d’ingresso a questo straordinario giardino storico della Lucchesia dietro presentazione di un coupon che verrà distribuito a VerdeMura. Si aprono così nuovi orizzonti di collaborazione in nome della cultura botanica e paesaggistica di cui è intriso il territorio lucchese.

Queste in dettaglio le tre nuove camelie.

1. Camellia ‘Stefania Giannini’ varietà a fioritura medio-tardiva caratterizzata da fiori grandi semidoppi a petali rosa tempera elegantemente venati di rosa più scuro.

A chi è dedicata. Stefania Giannini è Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Nata a Lucca, ha studiato presso l’Università di Pisa e di Pavia fino a conseguire il titolo di professore ordinario di Glottologia e Linguistica. È arrivata alla politica nazionale dopo essere stata rettore dell’Università per Stranieri di Perugia dal 2004 al 2012, ha ricoperto incarichi di rilievo in ambito nazionale e internazionale, nei settori dell’education e della promozione culturale.

 2. Camellia ‘Pia Pera’ varietà medio-tardivacon fiori di dimensioni medie, doppi, irregolari al centro, dove il rosa scuro dei petali scolora in una tonalità più chiara.

A chi è dedicata. Pia Pera è nata a Lucca e si è trasferita a vivere in un podere della campagna lucchese dopo aver studiato in Inghilterra e in Russia e aver vissuto a Milano. Scrittrice e traduttrice di autori classici russi, scoperto il mondo del giardino e dell’orto ne ha fatto oggetto di diverse opere letterarie di successo, tra cui “L’orto di un perdigiorno”, “Le vie dell’orto”, “Giardino & orto terapia” e il sito www.ortidipace.org. Scrive su Gardenia e su Il sole 24 ore. È appena uscito “Al giardino ancora non l’ho detto”, che Serena Dandini ha definito “bellissimo e struggente”. La scrittrice lucchese, infatti, racconta i propri giorni dopo la scoperta di essersi ammalata di SLA e l’attaccamento alla vita attraverso il proprio giardino.

3. Camellia ‘Villa Reale di Marlia’ varietà con fiori di dimensioni medie, semidoppi, d’un lussuoso rosso scuro rischiarato al centro da un consistente ciuffo di stami color oro. Fioritura a metà stagione.

A chi è dedicata. In Lucchesia, a Marlia, si trova uno dei giardini storici più belli del mondo, scrigno di storia e cultura dal Cinquecento al Novecento. A inizio ‘800 la sorella di Napoleone, Elisa Baciocchi, ampliò i confini sino agli attuali 19 ettari ma rispettò il teatro di verzura del ‘600, la peschiera monumentale con il giardino dei limoni, il ninfeo, le ragnaie di lecci e allori. Il restauro del 1920 ha aggiunto lo splendido “giardino spagnolo” in stile déco. Oggi la Villa Reale vive una nuova stagione, tra restauri conservativi e ammodernamenti e affronta il futuro affidata a nuovi proprietari. La nuova varietà di camelia vuole essere un omaggio al famoso viale di camelie della Villa Reale, da poco risistemato e visitabile. Informazioni per la visita al giardino sul sito www.parcovillareale.it/le-visite/

Fonte: Comunicato Stampa n.4 Verde Mura 2016  http://www.verdemura.it/

Camelia Villa Reale di Marlia